gruppo dei volontari dell'associazione

Quando nasce la nostra associazione

Tutto è cominciato con Lucia Pasquali, vicepresidente dell'associazione fino al marzo del 2010. Lucia ha vissuto a Yacuiba, in Bolivia, fra il 1994 e il 1996, lavorando nel Centro de Educacion Especial San Francisco de Asis e nelle zone rurali della città come assistente sociale, collaborando con il missionario laico Arturo Mottola fondatore del centro stesso.

Nel 1996 Renato Montanari e Tiziana Arrighetti hanno raggiunto Lucia e Arturo e per un breve periodo hanno attivamente partecipato alle iniziative del Centro de Educacion Especial e alle Olimpiadas Especiales che si sono svolte in Yacuiba. Dopo l'esperienza vissuta in Bolivia gli stessi hanno deciso di continuare ad aiutare la scuola anche una volta rientrati in Italia, coinvolgendo nel progetto altri amici.

Ma è il giorno 15 marzo 2007 che viene fondata la Sin Fronteras Onlus e vengono definiti nuovi obbiettivi da raggiungere.

Fin da subito si dà vita alla prima iniziativa con lo scopo di raccogliere fondi per il Centro Terapeutico Renacer a la Vida che accoglie ragazzini di strada che "sniffano" la colla e per il Centro de Educacion Especial San Francisco de Asis, che educa e accudisce bambini disabili.

Due dei nostri volontari, Tiziana Arrighetti e Renato Montanari nell'agosto 2007 durante il loro viaggio a Yacuiba in Bolivia visitano il Centro Terapeutico Renacer a la Vida e il Centro de Educacion Especial San Francisco de Asis dove consegnano personalmente all'amministratrice dello stesso i 1.500,00 dollari che consentiranno la partecipazione dei ragazzini "speciali" alle Olimpiadas Especiales che si terranno in ottobre. Le Olimpiadas Especiales sono le olimpiadi riservate ai ragazzi disabili.

L'olimpiade non ha soltanto uno scopo sportivo ma è un importante momento di incontro e confronto con altre realtà, in quanto l'obiettivo principale del Centro è quello di inserire nella società i ragazzi con gli handicap meno gravi, oltre che sensibilizzare l'opinione pubblica al fine di renderla più consapevole dei problemi dell'handicap.

Ma questo è stato solo i primi di numerosi progetti promossi e sostenuti dalla nostra associazione, che potrai scoprire nella sezione del sito ad essi dedicata.